Con questo post imparerai… ad aumentare le tue chance di ottenere il posto che desideri seguendo i miei 10 consigli su come prepararsi ad un colloquio. 

Hai inviato tante application e finalmente hai ottenuto un colloquio, e adesso? Adesso viene il bello perché anche se può sembrare strano, ma il più è fatto. Il difficile, infatti, è riuscire ad ottenere un contatto perché quello non dipende da te. Il colloquio, invece, dipende molto da te, dal come ti comporterai, dall’impressione che darai, da quello che dirai e non dirai. Ecco 10 consigli su come prepararsi ad un Colloquio di Lavoro.

  1. Indaga su tutto prima del Colloquio di Lavoro: Devi sapere tutto dell’azienda, di cosa si occupa, la sua storia, il numero dei dipendenti, le sedi, i punti di forza, i punti deboli, i commenti di chi ci ha lavorato o ci lavora, chi sono le persone influenti, quale è la mission. Studiati bene il sito dell’azienda, i social dei dipendenti, gli articoli che parlano di loro, devi essere più esperto di chi ci lavora.
  2. Analizza l’annuncio con la descrizione del lavoro: Hai risposto ad un annuncio con descrizioni dettagliate, bene, prendi quel testo e scorporalo fino a fare una lista dei requisiti richiesti. Ora scrivi accanto a ogni voce perché sei la persona giusta e cosa hai già fatto di simile nella tua carriera.
  3. Pensa da “selezionatore”: Fai un gioco di ruolo. Metti una sedia vuota di fronte a te (se vuoi puoi metterci un pelouche) e fingi di essere la persona che ti farà il Colloquio di Lavoro. Devi anche fingere di essere all’interno dell’azienda e non in casa tua (il contesto, seppur immaginato, cambia molto l’effetto di questo esercizio). Che domande faresti? Che dubbi avresti leggendo il cv del candidato? Come ti aspetteresti che si comportasse? 
  4. Studia il “selezionatore”: Se riuscissi a sapere il nome del tuo selezionatore potresti guardare il suo profilo Linkedin, studiare i suoi hobby, scoprire se avete delle cose in comune e magari prenderli come spunto alla fine del colloquio di lavoro.
  5. Preparati alle domande standard: Al di là di quelle specifiche relative al ruolo, ogni colloquio si basa sempre sulle stesse domande (Perché vuole lavorare da noi? Perché vuole questo lavoro? Non è soddisfatto del suo attuale lavoro? Perché pensa di essere la persona giusta? Quali pensa che siano i suoi punti di forza? E quali le sue debolezza? ecc.). La pratica è molto importante, più pratica farai e più sarai preparato.
  6. Preparati degli esempi per ogni risposta: Le risposte in un colloquio sono come una dichiarazione d’amore: puoi dire “ti amo” e stop, o puoi esprimere lo stesso concetto con parole più dolci. E’ lo stesso principio: non limitarti a dire “Sì, una volta ho fatto un lavoro simile”, ma racconta di che genere di lavoro si trattasse, come lo avevi sviluppato, quali risultato avevi ottenuto: fai degli esempi pertinenti, non limitarti al generico.
  7. Preparati le tue domande: Non vedere il Colloquio di Lavoro solo come lui che intervista te, ma come un dialogo a due perché, volendo, potresti essere tu a rifiutare il lavoro. Quindi, pensa a quali domande porre al selezionatore, ma senza esagerare. Se è un primo colloquio di vari livelli, non trattare subito sul compenso, i giorni di ferie ecc. perché il momento giusto sarà in quello finale. Piuttosto chiedi dove si svolgerebbe il lavoro, quali mansioni dovresti avere, con chi ti interfaccerai, e così via.
  8. Prepara un progetto da presentare: A seconda del tipo di ruolo, preparati qualcosa da presentargli. Portati un book con i tuoi lavori migliori oppure realizza la bozza di un progetto ad hoc. Dimostra che sei la persona giusta perché anche se ancora non ti hanno scelto, tu ragioni come se lavorassi per l’azienda.
  9. Esci il pomeriggio precedente, ma non la sera prima: Se passi tutto il tempo a pensare solo al colloquio, arriverai all’appuntamento con una tensione tale che il tuo cervello andrà in standby. Quindi, se ti sei già preparato bene, il giorno prima cerca di distrarti, pensa ad altro, libera la mente, ma fallo solo di pomeriggio, perché la sera devi andare a letto in un orario che ti permetta di essere rilassato il giorno dopo.
  10. Individua il modo di emergere: Ti hanno chiamato per un colloquio e questo significa che fra mille candidati ne hanno selezionati alcuni fra cui ci sei anche tu. Ora devi diventare il prescelto fra questi candidati che, probabilmente, sono tutti adatti al ruolo, quindi devi emergere in qualche modo. Parti dalle competenze e dai risultati: studiati bene la tua carriera, cosa hai fatto già che sarebbe perfetto per il ruolo richiesto? Ora individua un “vezzo”, un particolare che attiri l’attenzione del selezionatore. Può essere un fazzoletto da giacca particolarmente colorato. Può essere che tifiate la stessa squadra di calcio o che siate stati nella stessa località di villeggiatura. Può essere qualsiasi cosa che ti faccia notare, ma in senso positivo perché è chiaro che raccontare una barzelletta erotica o razzista, oppure presentarsi in sandali e shorts in un colloquio in Banca ti fa notare, ma in negativo.

Bene, ora sei pronto per affrontare il giorno decisivo, quello del Colloquio: ma tranquillo, ecco 11 Segreti per un Colloquio di Lavoro Perfetto.